Home arrow Diocesi
La Nostra Diocesi
Condividi

cattedrale.jpgPapa Gregorio XVI con la Bolla "Ut animarum Pastores" del 31 maggio 1844 erige la Diocesi di Trapani ed eleva la chiesa di San Lorenzo a Cattedrale.

Il territorio della Diocesi comprende: Trapani, Monte San Giuliano (ora Erice), Paceco, Xitta, Favignana, Pantelleria e loro pertinenze.

La Bolla Pontificia è eseguita l'8 dicembre 1844 e ha inizio il ministero del primo Vescovo di Trapani, S.E.Mons. Vincenzo Maria Marolda.

La Santa Sede con Bolla del 15 settembre 1950, accogliendo i voti di S.E. Mons. Filippo Iacolino e del clero trapanese, trasferisce dalla Diocesi di Mazara del Vallo a quella di Trapani le città di Alcamo, Calatafimi e Castellammare del Golfo con le loro pertinenze, mentre Pantelleria torna alla Diocesi di Mazara del Vallo.

diocesi159px.jpgLa Chiesa di Trapani oggi è suffraganea della Chiesa Metropolitana di Palermo, insieme alle Chiese di Cefalù, Mazara del Vallo e Monreale.

La Diocesi di Trapani comprende i comuni di Trapani, Erice, Paceco, Valderice, San Vito Lo Capo, Custonaci, Alcamo, Castellammare del Golfo, Buseto Palizzolo, Calatafimi-Segesta, Favignana.

madonnaditrapani.jpgAlcuni figli della Diocesi trapanese sono annoverati fra i Santi della Chiesa: Sant'Alberto da Trapani, il Beato Arcangelo da Calatafimi e il Beato Luigi Rabatà.

La chiesa trapanese ha come patrona la Madonna di Trapani e come patrono secondario Sant’Alberto degli Abati in onore del quale si è celebrato nel 2007 un anno giubilare nel settimo centenario della morte.

 
© 2017 Diocesi di Trapani
Progetto e Contenuti a cura dell'Ufficio Diocesano per le comunicazioni Sociali
Grafica MOOD comunicazione e design
Hosting, personalizzazione, template e gestione di ASSO Informatica Snc su Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.