Home arrow Anno 2004 arrow Collezione Diocesana di Arte Religiosa Contemporanea
Collezione Diocesana di Arte Religiosa Contemporanea PDF Stampa E-mail
Condividi
gioved́ 01 aprile 2004
Inaugurazione Sabato 17 Aprile ore 18 Interviene il direttore dei musei vaticani
Image

200 opere, 110 artisti provenienti da diverse parti del mondo, 720 metri quadrati di area espositiva.

Sono i numeri della

Collezione Diocesana di Arte Religiosa Contemporanea (DiART)

che viene inaugurata sabato 17 Aprile p.v. alle ore 18.00 presso i locali del Seminario Vescovile di Trapani.

All’inaugurazione è stato presente presente il dottore Francesco Buranelli, direttore dei Musei Vaticani.



Unica in Italia nel suo genere la collezione raccoglie le opere che artisti di tutto il mondo hanno voluto donare al Seminario Vescovile di Trapani. Tra questi Carla Accardi, Alberto Gianquinto, Piero Guccione, Ennio Calabria, Paolo Minoli.

E i giovani: Alberto De Braud, Marco Papa, Giovanna Bolognini, Carla Mattii, Enzo Obiso, etc. etc.

E poi l’Estremo Oriente (Jung Uei Jung, Kazumi Kurihara, Cabin), l’India (Ganesha Shastri), l’America Latina (Ruberval Monteiro), l’Europa (Michael Oberlik, Peter Fitze, Tomas Kaiser, Venera Kastrati)



Quadri, sculture, installazioni e performance che vengono a costituire un percorso esemplare: la domanda sul senso, la lotta con Dio, la ricerca di Dio, la contemplazione di Dio.

Le domande radicali sono tutte lì, nel cuore di persone chiamate, loro malgrado, ad esercitare la profezia di ogni umana inquietudine.



La prima sezione della collezione, Homo viator, raccoglie questa ricerca e, nel suo piccolo, la documenta. La seconda sezione (Historia Salutis ante Christum) rivela, con le sue pochissime opere, un’assenza dell’Antico Testamento nella sensibilità artistica attuale. È Gesù, invece, ad affascinare ancora gli artisti (sezione terza: Historia Salutis ab Incarnatione), dal suo Ingresso nella Storia, al crudele Golgota, fino alla Risurrezione. Nell’interesse degli artisti c’è anche la Chiesa (il suo culto, i suoi santi, la sua Teologia), ma con prudenza, a volte con diffidenza (quarta sezione, Vita Ecclesiae).


All’inaugurazione sono intervenuti il vescovo S.E. mons. Francesco Miccichè, il direttore della DiART don Liborio Palmeri, la giornalista e critico d’arte Paola Nicita.

DiART

Collezione permanente Arte Religiosa Contemporanea

APERTURA PER LE VISITE


Martedì, Giovedì e Sabato dalle ore 16,00 alle ore 19,00

Domenica mattina e giorni festivi (esclusivamente su prenotazione) dalle ore 10,00 alle ore 12,30



Per gruppi organizzati (visite guidate su prenotazione) anche in orari/giorni diversi da quelli indicati.

Ingresso libero

Infoline: 0923-562249 / 329-5924254 (anche a mezzo fax. 0923-562411)
e-mail: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo ; Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
DiART c/o Seminario Vescovile di Trapani - Via Cosenza n° 90 C.P. 226 - 91016 Casa Santa Erice (TP)

 
< Prec.   Pros. >
© 2020 Diocesi di Trapani
Progetto e Contenuti a cura dell'Ufficio Diocesano per le comunicazioni Sociali
Grafica MOOD comunicazione e design
Hosting, personalizzazione, template e gestione di ASSO Informatica Snc su Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.