Home arrow Anno 2002 arrow due gesti concreti per una quaresima di carità
due gesti concreti per una quaresima di carità PDF Stampa E-mail
Condividi
luned́ 11 febbraio 2008

Prendendo spunto dal messagio del Papa Benedetto XVI per la Quaresima "Cristo si è fatto povero per voi", il vescovo Francesco Micciché ha invitato con una lettera a tutti i fedeli, a vivere il periodo quaresimale che si concluderà con il triduo pasquale come un momento forte di cambiamento di vita.

In particolare il vescovo invita tutti i cattolici ad imparare da Gesù " a fare della vita un dono totale" rendendosi disponibili  "non tanto a dare qualcosa di ciò che possediamo, bensì noi stessi. E’ uno scandalo imperdonabile l’uso sconsiderato della ricchezza da parte dell’opulento Occidente che per molto tempo ha fatto del consumismo il suo vangelo. La conversione del cuore richiede atti concreti, uno stile di vita più sobrio, un’attenzione più puntuale ai bisogni del prossimo, uno sguardo di amore verso chi vive nel disagio.".

Per vivere in questo spirito la quaresima il vescovo propone due esperienze, due gesti concreti per vivere la carità.

Il primo riguarda l'apertura al sud del mondo con l'adozione a distanza di un bambino in Madagascar dove la diocesi di Trapani, attraverso un gemellaggio con quella di Fianarantosoa, porta avanti dall'anno del giubileo diversi progetti. L'altro gesto invece riguarda l'attenzione al proprio territorio e al proprio quartiere. Il vescovo invita ad aprire la porta della propria casa e ad invitare a pranzo o a cena una persona nel bisogno della propria città, condividendo la mensa.

Il vescovo ha già annunciato che quest'anno, in occasione del giovedì santo, al pranzo di fraternità che tradizionalmente riunisce tutti i presbiteri della diocesi nel giorno in cui si celebra l'istituzione del sacerdozio, saranno invitati i poveri della città che pranzeranno nei vari tavoli insieme con il clero.

"La generosità, il donare con gioia mette le ali, dà una carica interiore straordinaria, ci rende pacificati con noi stessi, con gli altri, con la natura"- afferma il vescovo.

 

La lettera è stata sintetizzata in un volantino che è in distribuzione nelle parrocchie e in alcune attività commerciali.




scarica il volantino
 
< Prec.   Pros. >
© 2019 Diocesi di Trapani
Progetto e Contenuti a cura dell'Ufficio Diocesano per le comunicazioni Sociali
Grafica MOOD comunicazione e design
Hosting, personalizzazione, template e gestione di ASSO Informatica Snc su Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.