Trapani per Giovanni Paolo II, il grande
Condividi
giovedý 28 aprile 2011
La diocesi si mobilita per seguire l'evento della beatificazione

“…Quando questa tremenda progressione dell’inganno si estende sino a diventare espressione di vita collettiva, si realizza quel “peccato sociale” che impossessandosi degli organismi e delle strutture, scatena terribili potenze oppressive ed occulte. Si hanno, allora, quelle forme di criminalità organizzata che mortificano e spezzano le coscienze, togliendo a tutti la serenità ed umiliando la speranza. E’ a tali sfide violente e mafiose che deve rispondere con umile fortezza il vostro impegno di fede…Vergine dell’annunciazione, ridona speranza alla nostra società. Riempi del tuo gaudio spirituale quanti qui, a Trapani, in questa terra ricca di fermenti e di rinnovamento, dedicano la loro esistenza al Vangelo…”

Giovanni Paolo II,

Trapani 8 Maggio 1993

giovanni_paolo_ii_a_trapani1.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ecco alcune info che riguardano l’eco trapanese della beatificazione di Giovanni Paolo II il grande.

Saranno almeno un centinaio i fedeli della diocesi che raggiungeranno Roma per partecipare alla celebrazione per la Beatificazione del papa: 30 giovani di CL di Castellammare, un gruppo dalla cattedrale “San Lorenzo” e molti altri. In molte parrocchie si terranno momenti di preghiera e veglie in preparazione al grande evento mentre la solenne concelebrazione presieduta da Benedetto XVI sarà seguita in diretta in molte parrocchie della Diocesi (e in quell’orario, in quelle Chiese, non si terrà la celebrazione eucaristica domenicale).

Si terrà  ’inaugurazione della sede del Gruppo “Divina Misericordia” ADIM Sicilia che  sabato sera ad Alcamo. La benedizione sarà impartita dal vescovo Francesco Micciché. Domenica infatti è la domenica della Divina Misericordia tanto cara a Giovanni Paolo II.

In particolare si collegheranno in diretta con Piazza San Pietro a partire dalle ore 09.30 i fedeli delle parrocchie: San Lorenzo- Cattedrale a Trapani, Gesù Cristo Redentore e S.Anna – Cappuccini ad Alcamo.

Punto di collegamento anche nell’ex cantina di Guarrato dove si ritroveranno i fedeli delle parrocchie di Rilievo e Guarrato e gli animatori dell’Unitalsi. Al termine del collegamento sarà benedetta un’immagine del nuovo beato che sarà collacata, nel pomeriggio durante la messa, nella Chiesa di Rilievo.

Di sera, alle ore 21.00 nella parrocchia Nostra Signora di Fatima di Erice Casa-Santa si terrà un momento di preghiera organizzato dai giovani francescani.

Domenica 1° maggio alle ore 18,30, nella Chiesa di San Francesco d'Assisi di Erice, sarà celebrata la S. Messa in ringraziamento per la beatificazione di Giovanni Paolo II. Il Papa visitò il Centro "Ettore Majorana" di Erice l'8 maggio 1993 e riposò nel pomeriggio proprio negli ambienti dell'antico convento di San Francesco, divenuti poi una delle sedi del prestigioso Centro di fisica nucleare fondato e diretto dal Prof. Antonino Zichichi. Verrà collocato in ricordo un ritratto del papa in legno intagliato realizzato dagli artigiani polacchi di Zakopane, famosa località montana polacca particolarmente amata dal Pontefice. L'opera è stata voluta dai pellegrini di Erice e San Vito Lo Capo che lo scorso Novembre hanno visitato Watowice, paese natale di Giovanni Paolo II, e la Polonia.

giovanni_paolo_ii_a_trapani2.jpg

“Ci uniamo alla sterminata moltitudine dei fedeli che parteciperanno a quest’evento che ha risonanza mondiale con la segreta speranza che l’esempio e l’intercessione di Giovanni Paolo II possano dare ossigeno alla speranza della nostra terra – afferma il vescovo Francesco Micciché - dove con il coraggio dei profeti è risuonata forte la sua voce contro la mafia assassina e l’invito perentorio e paterno ai mafiosi di convertirsi perché il giudizio di Dio verrà anche per loro”.