Quaresima con anziani e ammalati
Condividi
giovedý 11 febbraio 2016
Il vescovo visiterà le case di riposo della Diocesi 

11 febbraio,  giornata per gli ammalati e Quaresima con le opere di misericordia

"Ero ammalato e sei venuto a visitarmi" 

Il vescovo in ospedale e di sera la Santa Messa e le festa nella Chiesa “Madonna di Lourdes” a Trapani.

Nel tempo di quaresima il vescovo incontrerà ammalati e anziani nelle case di riposo della Diocesi

vescovo_ammalati.jpg 

Giovedì 11 febbraio memoria liturgica della Beata Vergine Maria di Lourdes, si celebra XXIV Giornata Mondiale del Malato. Al mattino – alle ore 10.00 circa – il vescovo Pietro Maria Fragnelli si recherà presso l’Ospedale “Sant’Antonio Abate” di Trapani per incontrare i degenti e il personale. Seguirà la celebrazione della Santa Messa in Cappella. Nel pomeriggio alle ore 17,00 - con la partecipazione dell’UNITALSI, AVULS e altri gruppi che si dedicano al servizio degli ammalati si terrà una solenne concelebrazione eucaristica presso la parrocchia “Nostra Signora di Lourdes” a Trapani. Seguirà la processione lungo la via Virgilio e al rientro, la cascata di fuochi d’artificio dalla facciata della Chiesa.

Durante il periodo di quaresima inoltre, il vescovo, ogni venerdì accompagnato dall’equipe dell’Ufficio per la pastorale della salute, si recherà in visita nelle case di riposo della Diocesi per incontrare gli ospiti: anziani, spesso ammalati gravemente, “invisibili”che rappresentano una grande risorsa nella vita della chiesa e reclamano piena dignità. Mons. Fragnelli visiterà ospiti e personale di diverse strutture: venerdì 12 febbraio sarà ad Alcamo, venerdì 19 a Trapani, il 26 a Calatafimi-Segesta, il 5 marzo a Trapani, il 12 Marzo a Castellammare del Golfo e il 18 marzo a Valderice. Mons. Fragnelli continuerà questo itinerario di conoscenza e condivisione nelle case di riposo e di cura durante tutto l’anno

 

Ogni ospedale o casa di cura può essere segno visibile e luogo per promuovere la cultura dell’incontro e della pace, dove l’esperienza della malattia e della sofferenza, come pure l’aiuto professionale e fraterno, contribuiscano a superare ogni limite e ogni divisione. Anche se l’incontro con la sofferenza sarà sempre un mistero, Gesù ci aiuta a svelarne il senso. ..e trasformerà sempre l’acqua della nostra vita in vino pregiato ( Papa Francesco, Messaggio per la XXIV Giornata del Malato)