Home arrow Diamo Luce alla Notte
Diamo Luce alla Notte
Condividi
Si è tenuta, il 7 e 8 giugno 2008 presso Fondo Auteri a Valderice, la manifestazione giovanile denominata "Diamo Luce alla Notte".

giovani_equipe.jpg Dopo una attenta riflessione svolta dalla Equipe Diocesana per la Pastorale Giovanile sul tema de "i giovani e la notte" che ha portato ad inserire il seguente testo nel pieghevole che pubblicizzava l'evento:

"La notte è la nuova frontiera che, carica di incognite, dà le ali ai sogni e induce a vivere in maniera " trasgressiva" l'avventura della vita. Essere giovani nel territorio della notte comporta esplorare luoghi in cui si gioca la concezione delle dinamiche sociali del futuro, percorrere tracciati di pensiero intrigante, stimolante, vivere brividi di una radicale mutazione dell'agire umano che già attraversa la società post-moderna.Ricercare è la vocazione dell'uomo che vuole dare senso ai perché fondamentali della vita. In questa ricerca sempre in divenire, il giovane può correre il rischio di sentirsi svuotato se vive quest'avventura da solo. La solitudine subita amplifica l'angoscia e il senso di vuoto fino alla disperazione. La ricerca di senso deve caricarci di consapevolezza e di senso critico verso quello che stiamo sperimentando."

luce_alla_notte_banchetti.jpg E' nata così l'originale esperienza che la pastorale giovanile diocesana ha proposto il sette e l'otto giugno scorso dopo un'attenta riflessione. Sulla scia dell'esperienza delle Giornate Mondiali della Gioventù  e dell'ultimo incontro dei giovani italiani con il Santo Padre a Loreto, si è pensato di proporre ai giovani delle parrocchie, dei movimenti, delle associazione e dei gruppi ecclesiali della Diocesi un incontro nella notte tra il sabato 8 e domenica 7 giugno modulato tra musica, incontri, testimonianze, proposte.


Fondamentale è stata l'esperienza della "Fontane di Luce", Come a Loreto, per il grande incontro dei giovani italiani con il Papa, le Fontane di Luce sono state una proposta forte e personale.
Luoghi tematici dove ogni giovane, nella notte, liberamente ha potuto decidere di partecipare.
In ogni Fontana si è incontrato qualcuno disposto ad accogliere ed a guidare nel confronto con il tema specifico.

luce_alla_notte_giovani.jpg


Fontana dell'Ascolto: Il dialogo alla Fontana dell'ascolto ha offerto, a chi avvertiva la necessità di un aiuto individuale, la possibilità di aprire il proprio vissuto ad un interlocutore attento ed accogliente, raccontargli in tutta libertà le esperienze, le fragilità e le relazioni importanti. E' stata occasione per fare esperienza di un'apertura fiduciosa all'altro nella richiesta di aiuto e nel dialogo: educatori esperti del cuore dell'uomo e pronti all'ascolto, hanno aiutato nella rilettura di quegli aspetti per i quali si è chiesto un confronto o un consiglio. Per questa Fontana si è chiesto la collaborazione di counsellor formati alla scuola di Gestalt H.C.C. di Siracusa.

Fontana dell'amore vero: La Fontana dedicata all'amore vero, con il titolo: "Dio sorgente della sessualità e dell'affettività" è stata occasione per un confronto con giovani sposi e fidanzati sul cammino di coppia. Il percorso, articolato intorno al tema dell'amore di Dio come cuore e sorgente dell'amore, è stato coordinato dall'Ufficio Diocesano di Pastorale della famiglia.

Fontana della Riconciliazione: Alcuni giovani  - i volontari del "Servizio confessioni" - hanno accompagneranno al sacramento della Riconciliazione. Dodici giovani sacerdoti hanno accolto più di un centinaio di giovani donando il perdono di Dio e della Chiesa.

Fontana dell'Eucaristia: L'incontro con Cristo presente nell'Ostia consacrata è stato animato, a Fondo Auteri, dai giovani del "Gruppo S. Anna". Ogni giovane ha potuto  pregare in silenzio, accendere un lumino ai piedi dell'Eucaristia, scrivere una preghiera, ascoltare brani della Sacra Scrittura e cantare un canone.

Fontana della vocazione: Nella Fontana della Vocazione - "L'amore è dono di sé. Cristo chiama alla pienezza di vita" - attraverso il dialogo e il confronto con seminaristi, i giovane hanno potuto trovare un'occasione d'ascolto e di dialogo sui temi della crescita personale di fede, avendo, al tempo stesso la possibilità di attingere risposte agli interrogativi sulla vocazione cristiana. L'animazione è stata curata dal Centro Diocesano Vocazione e dalla Comunità del Seminario.

 

luce_alla_notte_vescovo.jpg Momento significativo è stato la possibilità di poter rivolgere nel contesto della preghiera iniziale delle domande al Vescovo il quale ha risposto a braccio ai vari interrogativi che hanno spaziato da curiosità sul percorso vocazionale del Vescovo stesso, ai temi dell'impegno nella vita della città, alla lotta al favoritismo e alle raccomandazioni, come ai temi scottanti dell'omosessualità e della fecondazione assistita.

Durante il momento musicale dove sul palco si sono alternati gruppi musicali locali, tre testimonianze di impegno: volontari della caritas ci hanno parlato dell'Anno di Volontariato Sociale speso a favore dei bambini dei quartiere a rischio della città, volontari dell'Ufficio Missionario ci hanno illustrato il progetto di collaborazione che la nostra diocesi ha in Madacascar, Margherita Asta di Libera ci ha parlato del volontariato per la legalità e le prevenzione alle mafie.

Il mandato missionario dato ai giovani presenti alla celebrazione eucaristica conclusiva ha sicuramente dato ulteriore impulso di entusiasmo all'impegno di evangelizzazione dei giovani credenti nei confronti degli altri giovani.

 

 
© 2018 Diocesi di Trapani
Progetto e Contenuti a cura dell'Ufficio Diocesano per le comunicazioni Sociali
Grafica MOOD comunicazione e design
Hosting, personalizzazione, template e gestione di ASSO Informatica Snc su Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.